Ipotesi proroga di sette anni per la gestione dell’ospedale di Suzzara

Copyright 2020 Nicola Saccani, all rights reserved

Confronto tra Asst e Comune: «Riscontri positivi, possibile il prolungamento». Intanto la società esulta per il finanziamento da 3,1 milioni per lavori antisismici

SUZZARA. La Regione ha stanziato 3,1 milioni per interventi strutturali antisismici a favore dell’ospedale “Montecchi” di Suzzara. «È un’ottima notizia ed è quello su cui stavamo lavorando da mesi per dare certezze al nostro ospedale che è un importante e strategico snodo sanitario per tutto il basso mantovano» commenta Alessandro Guastalli, assessore comunale al welfare.

Proprio Guastalli, in rappresentanza dell’amministrazione comunale, nel pomeriggio di ieri ha avuto un incontro con la direzione dell’Azienda socio sanitaria territoriale (Asst) di Mantova per discutere della proroga della sperimentazione gestionale, ovvero sull’affidamento a un privato della gestione dell’ospedale sulla base di un accordo che scadrà l’anno prossimo. «Sulla sperimentazione abbiamo ricevuto una valutazione positiva – informa Guastalli – con la possibilità di prolungare il contratto per un massimo di sette anni. Quella di oggi (ieri, ndr) è stata anche un’importante occasione per discutere di quali servizi il nostro territorio necessiti e di come lavorare per migliorare la qualità della nostra sanità. Desidero ringraziare i tre consiglieri regionali Alessandra Cappellari, Andrea Fiasconaro, Antonella Forattini che hanno dato un grosso contributo per portare nelle giuste sedi le istanze del nostro territorio perché su questi temi occorre sempre fare gioco di squadra».

L’amministrazione comunale chiederà un incontro anche con la direzione ospedaliera per conoscere eventuali progetti, investimenti, ma soprattutto per sapere se ci sono servizi o reparti da potenziare.

È in corso, da parte del comitato “Opilio Zuccati” guidato dal dottor Giuseppe Crotti, una raccolta fondi per l’acquisto di sei letti ad alta intensità di cura per un totale di 80mila euro proprio per creare una sorta di terapia intensiva. Attrezzatura destinata al “Montecchi” che però dovrà fornire e formare il personale destinato questo servizio.

Intanto, la direzione della società Ospedale di Suzzara spa, controllata dal gruppo Kos che dal 2004 gestisce la struttura attraverso un contratto di concessione con la fondazione “F.lli Montecchi”, esulta alla notizia del finanziamento: «Si tratta di un passo importante verso l’auspicata stabilizzazione della sperimentazione dell’ospedale di Suzzara e verso il rafforzamento del suo ruolo nel territorio». 

Video del giorno

Bimba di sei anni cade da una giostrina al parco di Porto Mantovano

La guida allo shopping del Gruppo Gedi