Contenuto riservato agli abbonati

Punito l’impiegato infedele, poi l’accordo con il Comune

Sospeso senza stipendio per 45 giorni: aveva incarichi esterni non autorizzati. La conciliazione davanti al giudice: niente ricorso in cambio delle spese legali

MANTOVA.  È venuto meno ai suoi obblighi di dipendente pubblico e ha commesso una serie di gravi infrazioni. Per questo il Comune di Mantova lo ha sospeso per quarantacinque giorni dal servizio e dallo stipendio. Dopo aver scontato la sanzione è ritornato regolarmente in ufficio rinunciando a qualsiasi ricorso dopo aver trovato con l’amministrazione di via Roma un accordo che mette una pietra sopra la vicenda.

Tutto

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Gazzetta di Mantova la comunità dei lettori

Video del giorno

Metropolis/10 - Nuovo Cinema Quirinale. Con Andrea Costa, Michele Emiliano (l'integrale)

La guida allo shopping del Gruppo Gedi