Contenuto riservato agli abbonati

Nelle guerre dell’800: due giorni e una notte tra i soldati in divisa

all rights reserved

Forte Ardietti  ospita Notte nella storia, evento Pro Loco organizzato in collaborazione con il Gruppo storico Montichiari e l’Associazione culturale rievocatori Imperi.

PONTI SUL MINCIO. Forte Ardietti  ospita Notte nella storia, evento Pro Loco organizzato in collaborazione con il Gruppo storico Montichiari e l’Associazione culturale rievocatori Imperi. Nel fortilizio eretto tra il 1856 ed il 1861, parte del celebre Quadrilatero austriaco, si tengono spesso manifestazioni storiche, come ad esempio Opera Sesta. Ma Notte nella storia è una vera novità perché completamente immersiva. Come spiega il presidente della Pro Loco, Ermes Codognato, «il solo pubblico che ha preso parte all’appuntamento è rappresentato dai 14 iscritti che da sabato pomeriggio vivono al fianco dei “soldati”». Soldati interpretati da 30 rievocatori che hanno dato vita per metà allo schieramento austriaco e per metà a quello piemontese.

Le 14 persone - tra cui famiglie con bambini - hanno fatto il loro ingresso al Forte alle 17 di ieri ricevendo il passaporto e venendo assegnate ad uno dei due campi. Da quel momento hanno vissuto nel passato occupandosi di ogni incombenza: aiutati dai rievocatori hanno allestito l’accampamento, visitato il fortilizio per scoprirne i segreti, dopo il rancio del soldato hanno partecipato alla ronda notturna e si sono anche occupati di consegnare una missiva ai nemici. Durante la notte trascorsa in tenda e fino alle 10 di oggi hanno accantonato gli smartphone per vivere il Risorgimento nella routine quotidiana delle truppe.

La prima edizione di Notte nella storia si è svolta nel rispetto delle normative anti Covid-19, ed eventuali utili verranno impiegati dalla Pro Loco per la manutenzione di Forte Ardietti.

Video del giorno

La mostra dei trattori antichi a Castel Goffredo

La guida allo shopping del Gruppo Gedi