Contenuto riservato agli abbonati

Medici e infermieri reclutati a Cuba, ma la burocrazia frena il loro arrivo

Da un mese il gruppo Mantova Salus attende l’ingresso in Italia. Nicchio: «Si trovano solo all’estero»

MANTOVA. Il braccio di ferro dura da circa un mese, ma al momento la situazione non si sblocca. E pensare che si parla di assunzioni: venti tra medici e infermieri cubani che il gruppo Mantova Salus, presieduto da Guerrino Nicchio, ha già reclutato per inserirli negli ospedali San Pellegrino di Castiglione delle Stiviere e Volta Mantovana e nelle Rsa.

Ma la burocrazia e le pieghe della normativa in materia di contratti di lavoro ne impedisce l’arrivo in Italia, tanto che i vertici di Mantova Salus hanno già contattato anche il ministero della Salute per cercare di trovare una soluzione.

Il

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Gazzetta di Mantova la comunità dei lettori

Video del giorno

Omnia Mantova - Toh, ci fu il Trecento

La guida allo shopping del Gruppo Gedi