«Tibre fondamentale»: l’appello di Mantova e di altre tre Province

In partenza un documento indirizzato al governo Draghi firmato anche da Parma, Cremona e Verona 

MANTOVA. Realizzare l’autostrada Tirreno-Brennero e arrivare sino a Nogarole Rocca per raccordarla con l’autostrada del Brennero.

È l’appello che i quattro presidenti delle Provincie di Mantova, Beniamino Morselli, Parma, Diego Rossi, Cremona, Paolo Mirko Signoroni e Verona, Manuel Scalzotto, si apprestano a rivolgere al Governo Draghi. È quasi pronto, infatti, un documento con cui i quattro enti definiscono il Tibre un’occasione da non perdere per le aziende, un’infrastruttura capace di collegare il porto di La Spezia con il nord Europa attraverso la direttrice del Brennero e l’Autocisa. L’appello dovrebbe partire al massimo entro domani come fanno sapere fonti mantovane, dopo che saranno messi a punto gli ultimi dettagli e limati alcuni concetti. E coinvolti una serie di parlamentari per avere più forza con cui spingere su Draghi.

Attualmente è stato realizzato soltanto il primo tratto del Tibre, dodici chilometri da Fontevivo a Trecasali in provincia di Parma. Restano da costruire gli altri 84 chilometri fino a Nogarole Rocca, nel Veronese, passando per il territorio mantovano (con caselli a Bozzolo, Gazoldo degli Ippoliti e Goito e nastro d’asfalto anche a Volta Mantovana).

Video del giorno

Turchia, la furia del minatore non pagato: sale sull'escavatore e distrugge i camion

La guida allo shopping del Gruppo Gedi