Contenuto riservato agli abbonati

Gli agricoltori a Milano: «Basta danni causati da cinghiali e nutrie»

ASOLANO. Da Canneto ad Acquanegra, il territorio dell'Asolano era tra i più rappresentati ieri a Milano, dove centinaia di agricoltori si sono raccolti per denunciare i continui attacchi degli animali selvatici, nutrie e cinghiali che, con le loro incursioni, distruggono i raccolti, rovinano le coltivazioni e minacciano gli animali allevati, senza contare gli incidenti stradali.

«Sono molto preoccupato - ha detto Nicola Bini, agricoltore e vicesindaco di Acquanegra - I cinghiali sono già stati in essere a Canneto e potrebbero spostarsi nella nostra zona, portando nuovi problemi oltre a quelli provocatori dalle nutrie.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Gazzetta di Mantova la comunità dei lettori

Video del giorno

Successo per la Buratto e Ocm al Sociale di Mantova

La guida allo shopping del Gruppo Gedi