Mantova, spaccata nella notte: rubate bici nel negozio di Cittadella

I ladri hanno sfondato la vetrina con un furgone usato come ariete per poi dileguarsi con un bottino di diverse migliaia di euro

MANTOVA. Non li ha fermati il suono dell’allarme, non la nebbia del sistema antifurto e nemmeno il fatto di agire lungo una delle strade più trafficate della città. Sono dei professionisti i ladri che la notte tra mercoledì e ieri hanno portato a termine una spaccata al negozio Bicimania, tre ampie vetrate con affaccio in via Verona, a Cittadella. Il bottino è di una decina di biciclette, in buona parte da corsa, tutte di ottima marca, valore tra gli ottomila e i diecimila l’una. «Poteva andare molto peggio, i ladri sono stati rallentati dal sistema nebbiogeno, si sono mossi a tentoni e questo ha limitato il danno» riferisce Gabriele Di Genovese, che due anni e mezzo fa ha trasferito il negozio da Marmirolo a Mantova.

L’azione del gruppo criminale è scattata attorno alle tre di notte. I ladri hanno agito con il volto coperto da mascherine in modo da non risultare riconoscibili da eventuali testimoni o dalle immagini registrate dalle telecamere. Con loro avevano due grossi furgoni, rubati non lontano, nella sede di un corriere. Uno lo hanno usato come ariete: si sono lanciati in retromarcia e hanno sfondato una delle vetrine di Bicimania. Il grande cristallo è piombato al suolo di schianto con un frastuono che ha tirato giù dal letto più di un abitante della zona. Tra questi anche un dipendente della rivendita che abita in un appartamento sopra il negozio. Sarebbe stato lui ad allertare le forze dell’ordine.

Nel poco tempo a disposizione i ladri hanno spostato il furgone ariete al centro della strada e parcheggiato il secondo furgone, con i portelli del cassone aperti. Qui è iniziata la difficile spola tra il negozio, invaso dalla cortina fumogena dell’antifurto, e il furgone. Un paio di minuti per concludere il colpo. Poi la fuga.

Al loro arrivo le forze dell’ordine hanno trovato quella che sembrava la scena di un’esplosione: il furgone ariete in mezzo alla strada, la vetrina sfondata, i fumogeni ancora attivi. Ora le indagini sono in corso, a partire dal racconto dei testimoni e dalle immagini delle telecamere.

«È il primo furto che subisco qui a Mantova – spiega il proprietario – a Marmirolo invece mi avevano derubato cinque volte. —

Video del giorno

Bimba di sei anni cade da una giostrina al parco di Porto Mantovano

La guida allo shopping del Gruppo Gedi