Contenuto riservato agli abbonati

Arriva un nuovo parroco: don Macalli a San Matteo

Il sacerdote si occuperà anche di Dosolo, Villastrada, Correggioverde e Sabbioni. Classe 1975, originario del Bergamasco, è stato ordinato sacerdote nel 2000

VIADANA. Il vescovo di Cremona, Antonio Napolioni, ha nominato don Massimo Macalli parroco in solido delle parrocchie dei Santi Gervasio e Protasio in Dosolo, di Sant’Agata in Villastrada, di Santa Maria Assunta in Correggioverde, di San Matteo Apostolo in San Matteo delle Chiaviche e di Nostra Signora di Lourdes e San Ludovico in Sabbioni.

Il nuovo parroco risiederà a San Matteo, e dunque presumibilmente si occuperà in via privilegiata delle esigenze pastorali delle frazioni nord viadanesi. Don Macalli, classe 1975 originario della provincia di Bergamo, è stato ordinato sacerdote nel giugno 2000. Proviene da Gadesco Pieve Delmona e San Marino, comunità del cremonese di cui sinora è stato parroco in solido. Don Macalli verrà ad aggiungersi a don Angelo Ruffini, che il vescovo ha nominato già nel maggio scorso parroco moderatore della nuova unità pastorale (sinora San Matteo e Sabbioni costituivano unità a sé stante, ndr). Il nuovo parroco moderatore, don Ruffini, è un 57enne originario di Calvatone. Lascia alcune comunità cremonesi nella zona di Castelleone. Don Macalli e don Ruffini subentreranno a don Stefano Zoppi, parroco uscente della comunità pastorale comprendente le chiese dosolesi e Cavallara, e a don Angelo Maffioletti, attualmente a San Matteo-Sabbioni. I due ex parroci a settembre andranno rispettivamente a Misano Gera d’Adda e ad Antegnate.

Don Zoppi, 50 anni, era in zona dal 2009; don Maffioletti, 47enne teologo mariologo, dal 2014. Inizialmente monsignor Napolioni aveva nominato parroco in solido di Dosolo-San Matteo don Bruno Grassi, attuale collaboratore parrocchiale a Bozzolo dopo essere stato parroco di Calvatone-Romprezzagno-Tornata e poi collaboratore parrocchiale a Belforte, Commessaggio e Gazzuolo. 

Video del giorno

La rissa di sabato sera in un bar di piazza Broletto a Mantova e il fuggi fuggi generale

La guida allo shopping del Gruppo Gedi