Mantova, parte la campagna per le agevolazioni sulla tariffa rifiuti

© Stefano Saccani

Per ora le riduzioni riguardano le utenze non domestiche. Il Comune ha già stanziato 1,5 milioni per gli aiuti

MANTOVA. Non si sa ancora quanto, famiglie e imprese, pagheranno per i rifiuti che il Comune ha già predisposto il modulo che consente alle utenze non domestiche di chiedere le riduzioni delle tariffe rifiuti introdotte dal consiglio comunale il 29 giugno scorso. «Ci eravamo impegnati a predisporre il modulo entro la metà di luglio e così abbiamo fatto» dice l’assessore all’ambiente Andrea Murari. Che aggiunge: «Le utenze non domestiche che hanno subìto danni da Covid possono far domanda per accedere al fondo messo a disposizione dall’amministrazione che, al momento, vale un milione di euro per la parte non domestica e mezzo milione per le famiglie. La giunta sta anche lavorando per predisporre un ulteriore sostegno delle famiglie e delle attività economiche».

Le richieste di agevolazione dovranno essere presentate a Mantova Ambiente entro il 31 luglio compilando e inviando il modulo, scaricabile dal sito del Comune di Mantova, all’indirizzo clienti@teaspa.it, oppure via pec a mantova.ambiente@legalmail.it. Il modulo compilato si può anche presentare allo Sportello clienti di vicolo Stretto 12. Nel modulo vanno indicati il codice Ateco dell’attività e il periodo di chiusura o restrizioni a cui l’attività è stata costretta. Ecco le riduzioni per le utenze non domestiche oggetto di chiusure o restrizioni dal 1° gennaio 2021 al 30 giugno 2021 (ovviamente solo per i giorni effettivi di stop o di riduzione dell’attività): 100% della tariffa; 90% della tariffa per chi ha potuto esercitare l’asporto o la consegna a domicilio; 80% per chi è stato oggetto di restrizioni orarie; 20% per chi ha dovuto utilizzare solo il plateatico.

Intanto, va avanti la predisposizione delle tariffe da parte di Mantova Ambiente chiamata a spalmare sulle bollette l’aumento del 5% registrato da piano finanziario rifiuti 2021: «nei prossimi giorni – promette l’assessore Murari – sarà concluso il lavoro di calcolo delle tariffe in base al piano economico finanziario, ai criteri approvati dal consiglio comunale e al lavoro di verifica delle banche dati che è stato fatto a seguito delle significative novità normative che sono state introdotte nell’ultimo anno». 

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Perù, terremoto di magnitudo 7.5, nei video sui social il momento della scossa

La guida allo shopping del Gruppo Gedi