Cantiere PalaFarina: il meteo avverso ritarda la chiusura

L'annuncio dell'assessore ai lavori pubblici Gualerzi. Le opposizioni consiliari non potranno effettuare effettuare il sopralluogo richiesto

VIADANA. «PalaFarina: a causa delle avverse condizioni meteo, i lavori previsti dal 14 al 16 luglio sono stati rinviati dal 18 al 22 luglio (sempre meteo permettendo)». A darne comunicazione è l’assessore ai lavori pubblici Ivan Gualerzi.

Come noto, la data indicata per la chiusura del cantiere era quella di domenica 18 luglio: per questo le opposizioni consiliari avevano chiesto la possibilità di poter effettuare un sopralluogo tra oggi e domani. Le minoranze non avevano taciuto il sospetto che la data indicata fosse fittizia, appositamente scelta per compensare le penali dovute dalla ditta per i ritardi con le riserve su costi ulteriori avanzate dalla ditta stessa. La visita, a ogni modo, non verrà concessa: «La richiesta scritta che avevo sollecitato – spiega Gualerzi – è stata presentata giovedì 15, e mi è stata comunicata venerdì 16. Sentiti il responsabile del procedimento Giuseppe Sanfelici e il direttore lavori Gianluca Ferrari, in accordo con la ditta appaltatrice Tieni Costruzioni, è stato stabilito di non autorizzare il sopralluogo in quanto le parti non possono essere presenti. Anche l’eventuale data di lunedì 19 non viene ritenuta idonea, a causa della dilazione imposta dalle condizioni meteo».

L’assessore nota che «non sta all’amministrazione comunale decidere se il sopralluogo si può effettuare o no», e invita comunque a evitare le polemiche: «La sterile propaganda politica non ha nulla a che vedere con una opposizione propositiva e collaborativa. Alle provocazioni rispondiamo: lasciateci lavorare per il bene della città. Di riserve e penali ne riparleremo quando la normativa ce lo consentirà: per ora l’unico obiettivo dev’essere la conclusione lavori, che è ormai prossima. Obiettivo: PalaFarina a disposizione delle società sportive per settembre». R.N.

Video del giorno

Sgarbi e Al Bano cacciati a fischi dal palco dell'Arena di Verona: era la sera dell'omaggio a Franco Battiato

La guida allo shopping del Gruppo Gedi