Ubriaco al volante spegne i fari e cerca di fuggire ai carabinieri di Roverbella

L’automobilista trentenne è stato raggiunto e fermato dopo un breve inseguimento: nel sangue una quantità di alcol pari a tre volte il limite

ROVERBELLA. Stava viaggiando in auto verso Villafranca, la notte tra il 17 e il 18 luglio, con un’andatura pericolosamente a zig zag. Notata anche da una pattuglia dei carabinieri di Roverbella. All’alt imposto dai militari, il trentenne alla guida ha accelerato spegnendo anche le luci del veicolo nel vano tentativo di fuggire e far perdere le tracce.

Dopo un breve inseguimento, è stato raggiunto e costretto a sottoporsi all’esame etilometrico che ha accertato un tasso di 1,49 grammi per litro. Oltre al ritiro della patente e alla denuncia dovrà pagare anche i relativi verbali per non essersi fermato immediatamente e per la guida pericolosa.

Un altro ubriaco a volante è stato intercettato dai carabinieri, di Marmirolo. Anche lui trentenne, residente a Guidizzolo, sottoposto all’alcoltest è stato trovato con un tasso pari a 0,62 grammi per litro. Multa e patente ritirata anche per lui.

Video del giorno

Sgarbi e Al Bano cacciati a fischi dal palco dell'Arena di Verona: era la sera dell'omaggio a Franco Battiato

La guida allo shopping del Gruppo Gedi