Mantova, prime due lauree a Ingegneria informatica

Da sinistra Marco Moroni e Davide Casnici

Discussione della tesi per Marco e Davide: «Ora la magistrale, anche se ci arrivano offerte di lavoro tutti i giorni»

MANTOVA. A tre anni dal via, il corso di laurea in Ingegneria Informatica, attivato a Mantova da Unimore e Fum, taglia già il traguardo dei suoi primi due laureati. Loro sono Marco Moroni e Davide Casnici e discuteranno la tesi il 15 luglio alle dieci nell’aula magna della Fondazione UniverMantova.

Classe 1999, Marco abita in città dove ha frequentato il Fermi, Davide a Canneto sull’Oglio e ha preso la maturità al Romani di Casalmaggiore. Nel 2018 erano tra i primi cento iscritti del nuovo corso triennale «e sono riusciti a completare il ciclo in tempi record, mi auguro che vogliano proseguire con la magistrale nella nostra sede di Modena in attesa che venga attivata anche a Mantova» sottolinea il professor Marko Bertogna, delegato di Unimore a Mantova, mentre annuncia che si sta lavorando per ampliare ulteriormente l’offerta formativa dell’Università di Modena e Reggio Emilia.

Un’offerta quella di Ingegneria Informatica a Mantova che ha conquistato subito Marco e Davide, un po’ «perché evitava i costi fuori sede con insegnamenti allo stesso livello di quelli di Modena» e un po’ «perché aveva una proposta nuova, più mirata al contesto industriale e aziendale e meno propedeutica».

Insomma «corsi come quelli in Machine Learning, Logistica o Internet of things altrove non ci sono», il fatto «di non essere in troppi a lezione ha facilitato la possibilità di interazione con i professori» e in più «così come ci avevano garantito quando ci siamo iscritti le proposte di lavoro arrivano tutti i giorni su Linkedin, via mail o persino attraverso Whatsapp, sia tramite UniMore sia direttamente da aziende non solo mantovane».

Entrambi non hanno però intenzione di lasciare gli studi: Davide si è già iscritto alla magistrale in Intelligenza artificiale a Lugano e Marco a quella di Unimore a Modena sulla sicurezza informatica «e sto valutando di affiancarla a un lavoro part-time». Completati gli esami a luglio, hanno bruciato i tempi per riuscire a laurearsi in questa prima sessione a cui ne seguirà una seconda a ottobre.

Davanti alla commissione, presieduta dal preside Marco Mamei e composta dai docenti Bertogna, Clauda Canali, Luca Ferretti e Marco Picone, presenteranno tesi incentrate sulle loro esperienze di tirocinio che fanno parte del curriculum necessario per laurearsi .

E mentre loro si preparano a lasciare via Scarsellini, intanto altri studenti si stanno iscrivendo al prossimo anno accademico (le immatricolazioni resteranno aperte fino al 29 ottobre) con i laboratori che hanno ripreso l’attività tra veicoli a guida autonoma, droni, bracci robotici, collaborazioni con numerose aziende «e una quantità di offerte di lavoro per i nostri studenti – conclude Bertogna – a cui non riusciamo a stare dietro».

Video del giorno

Il coming out di Lucilla Boari, bronzo nel tiro con l'arco: "Sanne è la mia ragazza". E si commuove

La guida allo shopping del Gruppo Gedi