Contenuto riservato agli abbonati

Morte De Donno, la procura apre un’inchiesta e sequestra pc e telefoni

Copyright 2021 Stefano Saccani, all rights reserved

Procedimento avviato per escludere il coinvolgimento di terzi nel decesso del medico che abitava a Curtatone

MANTOVA. La procura di Mantova ha deciso di procedere con ulteriori indagini, aprendo formalmente un'inchiesta sulla morte di Giuseppe De Donno, l'ex primario di pneumologia dell'ospedale Carlo Poma e padre del terapia anti covid con il plasma iperimmune. De Donno si sarebbe suicidato impiccandosi ed è stato trovato nel pomeriggio di martedì 27 luglio dai familiari nella sua casa di Eremo di Curtatone, ma la procura vuole capire se nel suicidio possano esserci responsabilità di terzi. Dopo il ritrovamento del corpo i carabinieri e il magistrato hanno sentito i familiari, la moglie e i due figli, mentre sono stati posti sotto sequestro i cellulari e il computer del medico. 

Video del giorno

Turchia, la furia del minatore non pagato: sale sull'escavatore e distrugge i camion

La guida allo shopping del Gruppo Gedi