Nuove limitazioni al traffico pesante per il ponte sul Po

Dosolo-Guastalla: da giovedì stop al transito di veicoli con massa superiore alle 36 tonnellate: potrà però essere chiesta l’autorizzazione

DOSOLO. Sono in arrivo nuove e più stringenti limitazioni al traffico, in particolare quello pesante, sul ponte Dosolo-Guastalla. Il provvedimento si è reso necessario a seguito di una serie di indagini strutturali, effettuate in vista della redazione del secondo progetto di messa in sicurezza dell’infrastruttura. Le misure entreranno in vigore giovedì. Da quel giorno, di fatto una parte dei mezzi in transito dovrà essere autorizzata.

Il limite attuale è di 44 tonnellate. Da giovedì non potranno passare sul ponte tutti i mezzi con massa a pieno carico superiore a 36 tonnellate. Saranno esclusi dal divieto, e dunque potranno continuare a transitare, solo i mezzi pesanti oltre le 36 tonnellate in possesso di specifica autorizzazione. Il pass andrà richiesto alle Province di Mantova e Reggio Emilia.

Varranno alcune prescrizioni: la massa a pieno carico non dovrà superare comunque le 63 tonnellate, sullo stesso tratto di impalcato non dovranno transitare altri mezzi pesanti (l’ora del passaggio andrà in qualche misura fissata), il transito dovrà avvenire in posizione centrale rispetto alla propria carreggiata di marcia, la velocità dovrà essere costante e non superiore ai 40 chilometri orari. Il limite di velocità massima dei 40 orari resta peraltro confermato per tutti i tipi di veicoli.

Come noto, il ponte sul Po è attualmente interessato da lavori di messa in sicurezza da 3,8 milioni di euro. Gli interventi si sono sinora svolti sotto l’impalcato, ma nei prossimi giorni si sposteranno sulla sede stradale: da quel momento e sino alla chiusura del cantiere (stimata per il 3 ottobre) il traffico sarà pertanto regolato a senso unico alternato. Nel frattempo è in corso di progettazione un secondo intervento da 6,5 milioni. I lavori saranno assegnati la primavera prossima. 

Video del giorno

Mantova, visita segretario generale Slc Cgil alla cartiera

La guida allo shopping del Gruppo Gedi