Mantova dà l’addio al maestro di musica Carlo Marenco

Ha lasciato una scia di cordoglio nel mondo musicale e della cultura l’improvvisa morte del maestro Carlo Marenco, fondatore e docente della Nuova Scuola di Musica. Pluridiplomato al Conservatorio di Verona, è stato per oltre trent’anni docente di armonia al Conservatorio di Ferrara.

MANTOVA. Ha lasciato una scia di cordoglio nel mondo musicale e della cultura l’improvvisa morte del maestro Carlo Marenco, fondatore e docente della Nuova Scuola di Musica. Pluridiplomato al Conservatorio di Verona, è stato per oltre trent’anni docente di armonia al Conservatorio di Ferrara.

«Pur con la sua naturale ritrosia, il maestro Marenco ha svolto una rilevante attività musicale anche nella città di Mantova – fa sapere una nota inviata da Marianna Filippini, direttrice della Nuova Scuola di Musica di Mantova – nel 1982 ha fondato la Nuova Scuola di Musica, che ha diretto per circa vent’anni e dove è rimasto per lungo tempo a svolgere l’attività di docente».

Generazioni di giovani musicisti si sono formate alle sue lezioni di solfeggio e hanno apprezzato la sua competenza oltre al suo spirito arguto.

Ha inoltre diretto per anni il coro della scuola ed è stato promotore di numerose stagioni di concerti prestigiosi. Ed è stato anche fondatore e direttore del periodico “Musicaaa!”.

Di rilievo sono le sue pubblicazioni: il “Manuale di Armonia”, adottato in molti Conservatori e “La forma Musicale”. Entrambi i testi, editi da Rugginenti, hanno avuto un notevole successo a livello nazionale.

Marenco si è distinto anche per la realizzazione di diverse trascrizioni per musica vocale. Grande studioso ed amante della musica, poteva vantare, senza mai ostentarla, un’impressionante conoscenza della letteratura musicale e non solo. «Assolutamente stupefacente la sua competenza in merito alla musica operistica – sottolinea la nota della Nuova Scuola di Musica – di cui non solo conosceva le composizioni ma anche le edizioni discografiche. Il maestro Carlo Marenco era un vero amante della musica che ha vissuto di musica e ha saputo condividere e trasmettere la sua passione».

Video del giorno

Sgarbi e Al Bano cacciati a fischi dal palco dell'Arena di Verona: era la sera dell'omaggio a Franco Battiato

La guida allo shopping del Gruppo Gedi