Contenuto riservato agli abbonati

Facchinelli ricandida la sua squadra a Redondesco: «Puntiamo al sociale»

REDONDESCO. Massimo Facchinelli, 64 anni, veterinario pubblico e sindaco uscente, aveva già espresso la disponibilità ad un terzo mandato. Ora, a un mese dalla presentazione delle liste, arriva la conferma definitiva, accanto a quello della sua squadra che, compatta, lo sosterrà. «Ci sarà qualche ricambio fisiologico - spiega il primo cittadino uscente -. Ma la sostanza resta. E con me la giunta che sin qui mi ha accompagnato». Nel 2011 Facchinelli venne eletto raccogliendo 337 preferenze (il 39,65%) superando due liste concorrenti. Cinque anni dopo la sua fu l’unica lista, ma i consensi raddoppiarono salendo a 698. Segno del gradimento ottenuto che ha fatto sgombrare la paura del quorum del 50% dei votanti alle urne, soglia al di sotto della quale le elezioni sono nulle, arriva il Commissario prefettizio e si torna a votare dopo un anno.

«Il rischio quorum c’è sempre quando c’è una unica lista - dice Facchinelli - ma se sarà così ci auguriamo che la gente ci dia nuovamente fiducia contando anche sull’esperienza che abbiamo acquisito».

Forte di un bilancio sano e di interventi di miglioramenti del paese in questi dieci anni, Facchinelli punta ora decisamente sul sociale. «Non è il momento delle grani opere - conclude -. Se riceverò ancora la fiducia della gente, mi impegnerò ancora sul tema del sociale, del welfare. Già oggi, con un bilancio di un milione e mezzo, ne spendiamo 100mila per affrontare i temi sociali, ben oltre la media dei Comuni vicini. Ma il momento oggi è quello di rimboccarsi le maniche e dare una mano ai tanti cittadini che hanno bisogno di aiuto».

Video del giorno

Metropolis/13, Folli: "Se fossi Salvini ci penserei due volte a candidare Casellati"

La guida allo shopping del Gruppo Gedi