Marciapiedi, ciclabili e manto stradale: la Cisa sarà più sicura

Entro settembre i lavori del tratto iniziale della ex statale. L’assessore: «Miglioramento della viabilità comunale»

PORTO MANTOVANO. Saranno affidate entro settembre le opere di manutenzione straordinaria del tratto iniziale di strada Cisa, a partire dall’incrocio con via Marconi fino allo snodo con le vie Kennedy e Matteotti. Il progetto di fattibilità approvato in questi giorni dalla giunta prevede interventi di messa in sicurezza e di riqualificazione per un importo complessivo di 140mila euro.

Interessata da un intenso traffico giornaliero, strada Cisa rappresenta il principale asse viario del territorio portuense, che non solo collega le città di Mantova e Verona ma anche i quartieri del capoluogo comunale. Sono inoltre numerose le attività commerciali e di servizio poste lungo l’arteria, insieme al municipio, alla chiesa e alla scuola primaria di Sant’Antonio.

«Il tratto di strada interessato necessita di un intervento di manutenzione straordinaria per ripristinare le migliori condizioni di sicurezza della sede stradale, dei marciapiedi, della ciclopedonale e del sistema di raccolta delle acque piovane, e quindi a vantaggio del transito veicolare, ciclabile e pedonale» spiega l’assessore ai lavori pubblici Pier Claudio Ghizzi, «dopo la riqualificazione di via Kennedy, tuttora in corso, dove è prevista la costruzione della nuova rotatoria di fronte alla latteria, questa seconda progettazione servirà a mettere maggiormente in sicurezza una porzione centrale della viabilità del nostro comune, particolarmente frequentata sia dai genitori che dagli alunni nei normali percorsi casa-scuola».

Nel dettaglio, sono previste la realizzazione di marciapiedi in corrispondenza degli attraversamenti pedonali su via Matteotti e via Marconi; il rifacimento di un breve tratto della pista ciclopedonale esistente, funzionale alla creazione di un doppio cordolo per la realizzazione di un’aiuola spartitraffico; il risanamento del fondo della banchina stradale e la realizzazione e razionalizzazione del sistema di smaltimento delle acque meteoriche sulla scarpata del canale Agnella; la fresatura e riasfaltatura per la risagomatura degli avvallamenti.

«Per quanto riguarda la viabilità al servizio della scuola di via Kenney - annuncia l’assessore - prevediamo il prossimo anno di migliorare il transito davanti alla scuola e creare nuovi e più ampi spazi di attesa per genitori e alunni».

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Perù, terremoto di magnitudo 7.5, nei video sui social il momento della scossa

La guida allo shopping del Gruppo Gedi