Contenuto riservato agli abbonati

Mille lavoratori in meno entro quattro anni: l’edilizia mantovana cerca manodopera specializzata

Il presidente dell’Ance: «Per ora i contratti non sono a rischio ma a preoccuparci è anche il rincaro del materiale»

MANTOVA. Il lavoro c’è, e anche tanto, ma mancano i lavoratori. Che paradosso. Ed è quello che sta vivendo il settore dell’edilizia, sia a livello nazionale che locale. È di pochi giorni fa l’allarme lanciato dall’Ance, l’associazione dei costruttori aderente a Confindustria, che per bocca del suo presidente nazionale Gabriele Buia ha fatto presente come al settore manchino 265mila lavoratori per portare a termine i tanti lavori che si profilano grazie al superbonus e alle opere previste dal piano nazionale di ripresa e resilienza e per far fronte a una ripresa del settore immobiliare.

«La

Video del giorno

Milano, il cane fiuta-soldi porta i finanzieri in bagno: sotto il lavandino le mazzette di denaro

La guida allo shopping del Gruppo Gedi