Lo scuolabus elettrico di Mantova presentato in piazza

Il sindaco Palazzi: «È da premiare»

MANTOVA. Silenzioso, a zero emissioni e con 130 chilometri di autonomia. E al 100% mantovano. Presentato ieri al sindaco di Mantova lo scuolabus elettrico prodotto dalla Costa Zaninelli di Castellucchio, che ha sostituito il motore a scoppio di un comune autobus con un motore a batteria. L’azienda, la prima in Italia ad avere la concessione per riconvertire mezzi pesanti con motore a combustione in mezzi elettrici, ha presentato al sindaco Mattia Palazzi lo scuolabus, capacità 45 posti a sedere, già in attività nell’Alto Mantovano. Il sindaco è salito per guardare il bus e farsi spiegare le sue caratteristiche tecniche. «Sono orgoglioso che un’azienda mantovana sia così all’avanguardia nel campo della mobilità a zero emissioni, è giusto che queste imprese siano incentivate nella loro ricerca, tutti dobbiamo fare la nostra parte per l’ambiente, dal Comune alle aziende» ha commentato il sindaco Palazzi.

Mantova, il sindaco presenta il nuovo bus elettrico

Altra caratteristica di questi bus è che le batterie si ricaricano in brevissimo tempo, un paio d’ore. «Uno scuolabus davvero maneggevole, dalla grande autonomia e ottimo per il trasporto studenti» ha spiegato l’autista. «La Costa e Zaninelli opera in questo campo dal 2009 – è intervenuto Roberto Casella, rappresentante della ditta di Castellucchio – oltre a costruire veicoli totalmente elettrici, abbiamo studiato e brevettato trattori a rimorchio con la stessa tecnologia, rispettosa dell’ambiente».

Video del giorno

Maltempo in Grecia, un pullman viene "inghiottito" da una voragine

La guida allo shopping del Gruppo Gedi