Balli senza mascherina e marijuana, stop di 10 giorni al Bagnozerouno di San Benedetto

Il locale era stato controllato dai carabinieri e sanzionato il 7 agosto 

MANTOVA. Guai seri per il Bagnozerouno di San Benedetto Po. La prefettura di Mantova, in seguito alla segnalazione dei carabinieri sulle merito alle violazioni alla normativa anti covid-19 ed ai  gravi fatti che si sono verificati  la notte tra il 7 e l’8 agosto, ha ordinato la chiusura per ulteriori 10 giorni del locale. Come si ricorderà, i carabinieri di San Benedetto e di sustinente, con il supporto dei colleghi del Norm di Mantova, intervenuti per un normale controllo per verificare il rispetto delle nuove norme in vigore dal 6 agosto, anche in considerazione del costante aumento dei contagi su tutto il territorio nazionale, avevano riscontrato una situazione particolarmente allarmante sia per la salute pubblica e sia per l’ordine e la sicurezza. Un numero molto elevato di clienti, infatti, ballavano senza indossare la mascherina e senza osservare alcun distanziamento. Uno aveva anche 3 grammi di marijuana.

I carabinieri avevano identificato e sanzionato 32 giovani e il titolare del locale, disponendo la chiusura immediata per 5 giorni. In quell’occasione uno dei clienti, sul quale sono in corso ancora accertamenti per identificarlo, con un oggetto contundente aveva mandato in frantumi il finestrino di un’auto di servizio dei militari. Ora, in virtù della grave situazione di pericolo per la salute pubblica, è arrivato il provvedimento della Prefettura che i carabinieri hanno provveduto immediatamente a notificare al titolare del locale. Intanto, come disposto dal comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica, continuano in città ed in provincia i controlli dei carabinieri finalizzati a verificare il rispetto della normativa. 

Video del giorno

Metropolis/9, Castelli: "Ecco quanto metteremo contro il caro bollette e i ristori in arrivo"

La guida allo shopping del Gruppo Gedi