Spacciatori in trasferta da Ostia e Vercelli: due arresti nel Mantovano

Un sudanese era evaso dall’ospedale di Ostia: fermato a  Viadana. In città manette ad un marocchino

MANTOVA. È stato rintracciato e catturato a Viadana il detenuto evaso lo scorso 1° agosto dall'ospedale Grassi di Ostia, a Roma. L'operazione è stata condotta dagli agenti della polizia penitenziaria del Nucleo investigativo centrale. Si tratta di un 31enne originario del Sudan che era stato fermato all'aeroporto di Fiumicino, in quanto sospettato di aver ingerito ovuli contenenti stupefacenti. Per questo era stato ricoverato all’ospedale Grassi dove era piantonato in attesa dell'espulsione degli ovuli. Era fuggito nella notte.

Un altro extracomunitario di nazionalità marocchina è stato, invece, arrestato a Mantova assieme ad altri cinque complici fermati tra Milano e Novara, nell'ambito dell'operazione “Casa Verde”, coordinata dalla procura di Vercelli. Tutti gestivano un florido mercato della droga (eroina e hashish in particolare) nei boschi a cavallo delle province di Vercelli e Novara, con giornate lavorative che partivano alle 10 e proseguivano fino a notte fonda. [

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Il Grande Fiume ha sete: le impressionanti immagini dal drone del Po in secca

La guida allo shopping del Gruppo Gedi