Contenuto riservato agli abbonati

Mantova, temperature record. E per Ferragosto ancora canicola

Sabato sfiorati i 39 gradi, ma farà ancor più caldo. Condizionatori al massimo e corsa al refrigerio in piscina. Confermata l’allerta ozono

MANTOVA. Il week end più caldo del 2021 arroventa il Mantovano. Ancora una volta è la nostra provincia a raggiungere il picco delle temperature in Lombardia con i 38,7 toccati a Cesole e Levata, i 38,4 a Cividale, uniche località della nostra regione sopra i 38, i 37,2 di Suzzara e i 37 di San Benedetto Po. Una situazione che si protrae da tre giorni e che anche nella giornata di Ferragosto proseguirà raggiungendo, secondo le previsioni, il suo picco massimo.

Tre giorni filati di crescita delle massime hanno spinto la colonnina di mercurio sorretta dall’anticiclone africano “Lucifero” a un passo dal record registrato nel 2012 per il mese di agosto: 39,8 gradi centigradi. Solo nel 2015 e nel 2019 si è superata questa temperatura, con 40 gradi. Misurazioni che si riferiscono alla stazione di Mantova (Specola), ininterrottamente in funzione dal 1828 e per questo importantissima dal punto di vista della serie storica delle temperature. Oggi si tende a raccogliere molti più dati, da centraline meteo disseminate in diversi paesi in modo da avere un confronto simultaneo e quindi più affidabile. Inoltre si tratta di stazioni meteo che sono posizionate seguendo rigidi criteri e che vengono costantemente controllate per poter verificare i dati.

In tutta la provincia si sono ampiamente superati i 35 gradi e nella Bassa i 36. Impianti di condizionamento al massimo nelle abitazioni e nei luoghi di lavoro aperti in questo weekend. Impianti natatori presi d’assalto per cercare un po’ di refrigerio. Così come le sponde dei laghi e le spiagge del Po.

La Regione ha ribadito l’invito ad evitare attività all’aperto fra le 12 e le 16, orari di picco della canicola nei quali la percentuale di ozono nell’aria tende a salire. Sabato 15 a Mantova si sono sfiorati i 180 microgrammi per metro cubo, prima soglia di attenzione. Ribaditi anche i consigli relativi al bere acqua con frequenza, non fare attività fisica pesante, alimentarsi con cibi leggeri, specie verdura e frutta. Indicazioni valide per le città da “bollino rosso” fra le quali ieri e oggi Brescia e Bologna (Mantova non è fra le città monitorate dal ministero della Salute)

Il caldo in mattinata è stato accompagnato da una forte umidità relativa (97% la punta raggiunta a Pomponesco) che si è assestata nel pomeriggio attorno al 45-50% che ha aggiunto qualche grado alla temperatura effettivamente percepita.

Lo stress da calore ha investito le campagne, dove le irrigazioni sono attive da giorni, e anche le stalle dove sono stati messi in funzione i nebulizzatori per diminuire la temperatura.

Video del giorno

Successo per la Buratto e Ocm al Sociale di Mantova

La guida allo shopping del Gruppo Gedi