Contenuto riservato agli abbonati

La città dei sottopassi e delle ciclabili, il Comune di Mantova a caccia di 40 milioni di euro

Scavi finanziati in piazza don Leoni, via Visi e Borgochiesanuova. Si cercano i soldi per Porta Cerese, Gambarara e Montello

MANTOVA. La città dei sottopassi e delle ciclabili. È la Mantova dei prossimi anni che punta ad essere sempre più sostenibile e a misura d’uomo. I sottopassi in programma, tra carrabili (solo per le auto) e ciclopedonali, sono sei, ma solo tre sono finanziati: per gli altri si dovranno trovare le risorse necessarie (40 milioni secondo una prima stima).

Tra loro ci sono anche quelli che a Porta Cerese e a Gambarara risolveranno il problema dei passaggi a livello che rallentano la circolazione.

Tra

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Gazzetta di Mantova la comunità dei lettori

Video del giorno

Vinitaly, Zanette (Prosecco Doc): "Ora vogliamo crescere in valore"

La guida allo shopping del Gruppo Gedi