Contenuto riservato agli abbonati

«Poca uva ma vino di qualità»: i produttori non si scoraggiano

Previsioni ottimistiche nonostante il freddo primaverile e le recenti grandinate. Il presidente Cattani: la scarsità di materia prima può portare a prezzi più alti

MANTOVA. Per veder staccare i primi grappoli occorre aspettare la prossima settimana. La prima uva a essere raccolta sarà quella destinata a produrre le basi per gli spumanti, sulle colline dell’Alto Mantovano. Già ora, però, si può cominciare a capire la tendenza, che è in linea con ciò che accade nel resto della regione: segno meno per le quantità, ma, se il meteo non giocherà brutti scherzi in quest’ultima settimana, altissima qualità.

Video del giorno

Commozione in campo a Casalpoglio: un minuto di silenzio e fiori per Dimitri

La guida allo shopping del Gruppo Gedi