Discesa a remi del Po: quasi cento partecipanti alla due giorni sul fiume

BASSO MANTOVANO. La prima discesa a remi non competitiva dell'Oltrepò ha riscosso un notevole successo, sono quasi un centinaio i partecipanti alla due giorni che si concluderà oggi a Sermide.

Si tratta di un viaggio di turismo lento che vede partecipanti sia in canoa che a piedi o in bici, alternando tratti in motonave sul Po. Insomma un vero e proprio programma incentrato sulla scoperta del territorio con mobilità sostenibile.

C'è stata qualche preoccupazione ieri mattina a causa del tempo non ottimale, il cielo si presentava coperto, ma la situazione è migliorata e il sole si è fatto vedere già dalla tarda mattinata. La partenza delle canoe è stata puntuale da San Benedetto Po, nel frattempo gli accompagnatori sono partiti con la motonave.

I canoisti hanno fatto una tappa a Quingentole per la merenda a base di prodotti tipici. I due gruppi si sono poi riuniti a Ostiglia, all'isola Boschina dove c'è stato il pranzo. Non sono mancate le visite guidate al coplesso polironiano, prima della partenza, e al palazzo Ducale di Revere. Nel tardo pomeriggio l'aperitivo è stato servito per tutti a bordo della motonave e successivamente c'è stata la cena in riva al Po a Revere. I partecipanti si sono detti molto soddisfatti del primo giorno, sia per l'accoglienza che per i prodotti tipici, senza trascurare i panorami fluviali.

Il gruppo ha trascorso la notte a Ostiglia e questa mattina la partenza è prevista per le nove, per i canoisti, alla volta di Borgocarbonara, per una merenda all'Isola Boscone per proseguire poi verso la canottieri di Felonica, punto di arrivo della discesa. Seguirà poi il ricongiungimento di tutti i partcipanti per il pranzo finale con visita del Museo della seconda Guerra Mondiale organizzata per il pomeriggio. L'evento verrà chiuso con una cerimonia e la consegna degli attestati ai partecipanti. In seguito la Motonave Sebastiano ripartirà alla volta di Revere- Ostiglia garantendo a camminatori e ciclisti il rientro.

All'evento collabora l’Associazione Mantova Carolingia e con il gruppo degli Scarponauti che durante la due giorni inaugureranno il tratto mantovano della Via Carolingia compreso tra San Benedetto Po e Sermide e Felonica a piedi e in bicicletta. Un ruolo fondamentale è stato ricoperto anche da varie associazioni locali che si sono organizzate per accogliere i partecipanti a questa avventura, con le merende, i pranzi e le cene, durante le soste. Durante le tappe gli assaggi gastronomici sono all'insegna di prodotti tipici: dal Tirot di Felonica, al Parmigiano Reggiano, ai salumi e al lambrusco mantovano, messi a disposizione dagli sponsor.

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Halloween a tavola: afrodisiaca e antispreco, cosa c'è da sapere sulla zucca

La guida allo shopping del Gruppo Gedi