Contenuto riservato agli abbonati

Pressing per lo stato di calamità nel Basso Mantovano, la Regione: «Fatto quanto dovuto»

L’assessore lombardo Foroni: «Relazione dettagliata, ma il governo ha deciso altrimenti». Colaninno «Non molliamo». I circoli Pd: «Faremo una mobilitazione»

SUZZARA. Lo stato di calamità per gli eventi meteo di luglio concesso dal governo per l’Alta Lombardia, ma non per il Mantovano scatena la polemica. «La Regione ha fatto quanto dovuto - spiega l’assessore lombardo alla Protezione Civile, Pietro Foroni - abbiamo inviato una relazione di oltre cento pagine con gli eventi dal 3 luglio all’8 agosto. Conteneva i danni ai Comuni di Gonzaga, Moglia, Quistello, Pegognaga e Sabbioneta.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Gazzetta di Mantova la comunità dei lettori

Video del giorno

Successo per la Buratto e Ocm al Sociale di Mantova

La guida allo shopping del Gruppo Gedi