La piscina di San Benedetto Po è pronta a riaprire

Via il 13 settembre. Era chiusa dall’ottobre 2020. Il Comune ha già verificato gli impianti: tutto ok. I gestori: «Riproponiamo tutti i corsi, dal nuoto alla ginnastica in acqua»

SAN BENEDETTO PO. La piscina di San Benedetto è pronta a riaprire dopo il lungo stop per il Covid. La data, se tutto procede senza intoppi, sarà il 13 settembre. «Potremmo essere pronti anche prima – spiega il presidente della società che ha in gestione l’impianto, Graziano Turolo – ma questa è una data che ci mette tranquilli, al riparo da eventuali inconvenienti».

La struttura è chiusa dall’ottobre 2020. «Eravamo stati i primi a riaprire dopo il primo lockdown - spiega Turolo - Il secondo stop ci ha bloccati. Quella di San Benedetto è una piscina coperta. Il 90% del fatturato è legato al periodo scolastico. In giugno, luglio e agosto ci sono sempre poche persone. Riaprire quindi in giugno sarebbe stato un suicidio economico senza i ricavi dei mesi invernali. Non avremmo potuto sostenere i costi. Per questo abbiamo preferito passare a settembre».

Il Comune ha già verificato gli impianti e dato l’ok. Ora si sta procedendo col riempimento delle due vasche. Una è semiolimpionica, l’altra è una vasca didattica per i corsi dei più piccoli. «Dobbiamo finire di riempire la vasca più grande e poi riscalderemo l’acqua – dice Turolo -. Per questo ultimo passaggio ci possono volere un paio di giorni ma anche 5/6. Ora non abbiamo certezze. Ma per il 13 saremo pronti».

Oltre a preparare la struttura, la società Leaena, che quest’anno ha avuto in gestione anche la piscina di Roncoferraro, deve definire il personale. La piscina all’esterno di Roncoferraro ha chiuso domenica con una settimana di anticipo a causa del tempo incerto. «L’acqua era ormai fredda – commenta Turolo -. Il calo brusco delle temperature ci ha portato a fermarci in anticipo. Non siamo arrivati al 5 settembre come avevamo deciso». Chi ci lavorava passerà alla piscina di San Benedetto, ma manca personale di vasca. «Lavoriamo con 7/8 istruttori di vasca e 3 assistenti bagnanti - spiega Turolo -. Al momento siamo per metà scoperti. Il Covid ha distrutto il mondo dello sport. In tanti in questi mesi hanno trovato un altro lavoro. È comprensibile».

L’impianto di San Benedetto è ormai pronto ma la riapertura porta comunque diverse preoccupazioni. «A Roncoferraro abbiamo avuto un terzo dei clienti rispetto agli anni precedenti – commenta Turolo -. La gente ha paura di stare in mezzo ad altre persone. A San Benedetto speriamo di ripartire bene. Chi vorrà tornare ad allenarsi non dovrà prenotarsi. Proponiamo tutti i vecchi corsi, dal nuoto alla ginnastica in acqua. Non è questo il momento di presentare delle novità. Poi vedremo come si muove il mercato». 

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

La carica delle truppe ucraine nella pianura di Kherson

La guida allo shopping del Gruppo Gedi