Contenuto riservato agli abbonati

Domenica di proteste in difesa del Chiese dal Trentino a Mantova

Previsti flash mob in ognuno dei 31 paesi toccati dal fiume. Intanto ad Acquanegra nasce un’associazione ambientalista

ACQUANEGRA SUL CHIESE. Sarà una lunga domenica, la prossima, 5 settembre. Lungo tutto il corso del Chiese, in ben 31 comuni, dal Trentino al Mantovano, ci saranno gazebo informativi e un flash mob. L’obiettivo, ancora una volta, sarà dire di no al progetto del nuovo depuratore del Garda bresciano che scaricherebbe i propri reflui nel Chiese. In generale, poi, si punta lanciare un messaggio ambientalista di difesa del fiume.

Anche ad Acquanegra la neonata associazione Volontari Foce Chiese sarà attiva in piazza 25 Aprile con un gazebo dalle 9 alle 13 e, nel corso della mattina, raggiungerà l’ultimo ponte sul fiume, quello che divide il paese da Canneto, e darà vita al flash mob.

«Sarà espressione del nostro dissenso e allo stesso tempo sarà composto e non arrecherà disagi» assicura Fabrizio Rossi, membro dell’associazione. Quest’ultima da ieri è parte della Federazione delle Associazioni amiche del Fiume del Chiese e del suo Lago d’Idro. «Siamo la 23esima realtà a far parte di questa rete – aggiunge Rossi – . Noi siamo l’ultimo paese in cui scorre il Chiese prima di entrare nell’Oglio a Canneto. Raccogliamo un’eredità importante, quella del gruppo che per anni si è prodigato a ripulire il fiume e le sue rive. Qui, da sempre, noi vediamo in diretta che cosa scarica il fiume. Nessuno può far finta di non essere responsabile di quello che arriva a valle. Il nostro impegno, dunque, si rinnova facendo parte di questa importante realtà e partecipando a Brescia al presidio in corso vicino alla prefettura».

Altri mantovani saranno impegnati in questo lungo weekend di protesta sulle rive del Chiese, in attesa della grande manifestazione di sabato 11 settembre a Brescia. Venerdì alle 21 a Storo (Trento) i mantovani Mirko Savi e Carlo Neviani, filmmaker e attivisti, presenteranno i loro documentari dedicati alla salvaguardia del Chiese in piazza Europa. Domenica 5, nell’ambito della grande mobilitazione sui vari territori dell’asta del Chiese, Savi sarà a Lonato, al parco “Le Pozze”, dove alle 19 ci sarà una nuova proiezione dei filmati e una tavola rotonda .

Nel mentre, al presidio “9 Agosto” di Brescia è arrivato il sostegno del segretario provinciale di Sinistra italiana. Ad oggi sono poche le personalità della politica bresciana che hanno espresso solidarietà. 

Video del giorno

Egitto, per la prima volta l'arte contemporanea in mostra ai piedi delle Piramidi di Giza

La guida allo shopping del Gruppo Gedi