Contenuto riservato agli abbonati

La Moratti dietro il valzer delle nomine nella sanità lombarda

Un cambio di poltrone improvviso senza che nessuno dei diretti interessati sapesse nulla. Almeno così risulta sentendo i due direttori (uscente ed entrante) e i soliti bene informati che bazzicano nei corridoi di Palazzo della Regione a Milano

MANTOVA. Un cambio di poltrone improvviso senza che nessuno dei diretti interessati sapesse nulla. Almeno così risulta sentendo i due direttori (uscente ed entrante) e i soliti bene informati che bazzicano nei corridoi di Palazzo della Regione a Milano. Del resto, a quanto pare, i due direttori generali negli ultimi mesi avevano maturato una mezza intenzione di fare domanda di pensionamento con la fine del loro mandato e probabilmente anche prima.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Gazzetta di Mantova la comunità dei lettori

Video del giorno

Maltempo in Grecia, un pullman viene "inghiottito" da una voragine

La guida allo shopping del Gruppo Gedi