Contenuto riservato agli abbonati

Torna la febbre del Nilo e i casi salgono a 5, solo due i ricoverati a Mantova

Massima allerta da parte di Ats e Comuni e lotta alle zanzare Gli ultimi infettati sono due fratelli che abitano a Gonzaga

MANTOVA. Nessun allarme – i casi di contagio sono in linea con gli anni scorsi – ma monitoraggio continuo e attività di prevenzione nei paesi.

Salgono a cinque i casi di infezione da West Nile Virus (febbre del Nilo) nel territorio mantovano e tutti tra fine luglio e agosto.

Gli ultimi due infettati sono due fratelli di Gonzaga, entrambi per fortuna asintomatici ed entrambi donatori di sangue, la cui infezione è stata scoperta in seguito allo screening delle sacche di sangue dei donatori Avis.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Gazzetta di Mantova la comunità dei lettori

Video del giorno

La schiscetta. Verdure d'autunno per la pausa pranzo: coste e spinaci con formaggio e pinoli

La guida allo shopping del Gruppo Gedi