Contenuto riservato agli abbonati

Azzi, partenza sprint: «Così cambio la Asst, c’è troppa lentezza e serve un altro passo»

Il nuovo manager del Poma ha già individuato alcune criticità: «Bisogna correre e volare alto. Servono azioni di rilancio e grande motivazione»

MANTOVA. «Ho già chiesto ai direttori dei dipartimenti sanitari di cambiare mentalità e iniziare a volare alto. C’è bisogno di un cambio di passo e di velocità, pensando al futuro senza perdere di vista l’immediato, per programmare qualcosa di più importante per la sanità a Mantova. Le disponibilità finanziarie non mancano».

Un insediamento da centometrista, quello del nuovo direttore generale dell’Asst di Mantova, Mara Azzi, che da martedì 7 settembre ha preso il posto di Raffaello Stradoni, trasferito all’Ats della Montagna a Sondrio.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Gazzetta di Mantova la comunità dei lettori

Video del giorno

Calabria, il video del salvataggio di 339 migranti a bordo di un peschereccio

La guida allo shopping del Gruppo Gedi