Gazzuolo, area verde con parco giochi sul terreno donato al Comune

La famiglia Otello Baruffi cede all’ente pubblico l’appezzamento a Belforte. L’amministrazione la intitolerà al figlio Damiano morto in un incidente a 19 anni

GAZZUOLO. Un giardino pubblico con parco giochi per bambini sorgerà presto a Belforte in viale don Bergamaschi, non molto distante da quello piccolo già in uso alla frazione.

E questo sarà possibile grazie alla generosità di una famiglia, quella di Otello Baruffi, che ha donato al Comune di Gazzuolo un terreno di 2700 metri quadrati. Una cessione gratuita, già ratificata con atto notarile di fronte al notaio Besana, firmato il 25 agosto.

Un gesto inaspettato e ovviamente ben gradito da parte di sindaco e giunta che hanno deciso di realizzare il giardino pubblico della frazione con un ampio parco giochi e di intitolarlo a Damiano Baruffi, il figlio, morto in un incidente stradale nel 1999 ad appena diciannove anni.

«L’amministrazione comunale è profondamente grata al signor Otello Baruffi, alla moglie Giulia ed al figlio Caruso, per questo gesto nobile a beneficio di tutta la comunità; infatti, in quest’area della grandezza considerevole di 2.700 metri quadrati, verrà progettato e realizzato il nuovo “Giardino pubblico”, composto da area verde, bosco urbano e area parco giochi per tutti i bambini, in sostituzione a quelli esistenti in Piazza della Pace, pericolosamente adiacenti al traffico stradale - spiega il sindaco Loris Contesini - È intenzione dell’amministrazione comunale adoperarsi per intitolare il nuovo giardino pubblico al figlio Damiano prematuramente scomparso in un tragico incidente stradale a soli 19 anni». Il terreno, come si può vedere dalla foto, è attualmente incolto ma tenuto pulito dai proprietari che lo avevano acquistato anni fa per realizzare una villa con parco. Poi i piani della famiglia sono cambiati, la casa non è più stata costruita e la parte del vasto appezzamento di proprietà, che avrebbe dovuto rappresentare il parco privato, è stata ceduta al Comune.

«Si tratta di un bel terreno proprio in centro abitato, a non più di cinquanta metri dal parco giochi che viene usato adesso - va avanti il sindaco - un parco giochi però troppo vicino alla piazza quindi al traffico e pericoloso per i bambini, soprattutto i più piccoli, che lo frequentano. Per noi questo è un regalo di grande significato. Proprio per rendere merito a questa famiglia, così duramente provata anni fa, ci è sembrato doveroso proporre loro di intitolare il giardino al figlio scomparso così giovane».

Solo da pochi giorni, come si diceva, è stato redatto l’atto notarile. Non appena tutti i documenti saranno pronti, il Comune preparerà il progetto per realizzare il parco giochi. «Tempo pochi mesi e la frazione di Belforte avrà il suo ampio giardino pubblico con alberi, arredi e molti giochi a disposizione dei bambini».Daniela Marchi

Video del giorno

Turchia, la furia del minatore non pagato: sale sull'escavatore e distrugge i camion

La guida allo shopping del Gruppo Gedi