Contenuto riservato agli abbonati

Salvini e Fontana aprono al nucleare in Lombardia: scatta la polemica

AFP or licensors

Fiasconaro (M5S): «Una decisione folle. Vadano in Francia». La Moratti apre all’atomo: «Verde e sicuro fa bene a tutti»

Torna l’incubo del nucleare nel Mantovano. È bastato che ieri il leader della Lega, Matteo Salvini, a Radio anch’io affermasse che una centrale nucleare in Lombardia per lui non comporterebbe alcun problema, che subito sono riaffiorati vecchi fantasmi. Con Salvini si sono schierati subito sia il governatore della Lombardia Attilio Fontana che la sua vice Letizia Moratti, favorevoli all’energia nucleare anche dietro casa.

Dichiarazioni

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Gazzetta di Mantova la comunità dei lettori

Video del giorno

Rincari delle bollette: quali le cause? Si potranno evitare? Quali conseguenze? Risponde l'esperto

La guida allo shopping del Gruppo Gedi