Contenuto riservato agli abbonati

Casa sequestrata alla mafia ma da due anni è inagibile

L'ufficio tecnico comunale di Suzzara non ha ancora concesso la certificazione di abitabilità così l'amministrazione comunale non riesce ad emettere il bando e destinare gli alloggi Erp a chi ne ha bisogno

SUZZARA. I lavori nella casa di via Lenin confiscata ad un mafioso affilliato alla Sacra Corona Unita per fini sociali sono finiti dal 2019 ma l'ufficio tecnico comunale non ha ancora concesso la certificazione di abitabilità così l'amministrazione comunale non riesce ad emettere il bando e destinare gli alloggi Erp a chi ne ha bisogno.

Nel frattempo la casa è stata invasa da erbacce, il piantone del cancello si sta deteriorando.

Video del giorno

Processo Depp, Kate Moss smentisce Heard: “Non mi ha mai picchiata durante tutta la relazione”

La guida allo shopping del Gruppo Gedi