Contenuto riservato agli abbonati

Apertura sul nucleare, la Lega difende il governatore Fontana: «Non costruirà centrali da noi»

Alessandra Cappellari

Il consigliere regionale Alessandra Cappellari: «Il beneficio di un nucleare controllato è evidente, abbatterebbe i costi di quell’energia elettrica che siamo costretti ad acquistare dalla Francia». Il deputato Dara: «Tecnologia e impiantistica hanno fatto enormi passi in avanti sia nella sicurezza sia nel green»

«Nessuna centrale in Lombardia, i grillini parlano a sproposito. Visto che le scuole hanno riaperto, vadano a studiare». Il consigliere regionale leghista, la mantovana Alessandra Cappellari, interviene sulla polemica sul nucleare. «L’altro giorno il governatore Fontana, rispondendo a una domanda sul nucleare, si è detto favorevole all’energia atomica per uso domestico, ovviamente con impianti green, controllati e sicuri – argomenta Cappellari – Ragionare con argomenti validi e condivisibili sul nucleare, come ha fatto Fontana, non significa costruire automaticamente un impianto in Lombardia o addirittura a Mantova o Cremona come scrivono gli esponenti M5S.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Gazzetta di Mantova la comunità dei lettori

Video del giorno

Cop26 - 10. Sos clima, obiettivo: vivere green al 100%

La guida allo shopping del Gruppo Gedi