Contenuto riservato agli abbonati

Padre di tre figli muore dopo l’infortunio sul lavoro: l’addio a Volta Mantovana

L’operaio, 50 anni, era impegnato nella costruzione del metanodotto Rimini-Sansepolcro ed è stato travolto da grossi tubi

VOLTA MANTOVANA. Ancora una tragedia sul lavoro. Questa volta, a perdere la vita, un operaio 50enne originario della Campania, da anni residente a Volta Mantovana, sposato e padre di tre figli.

Francesco Cirillo, che avrebbe compiuto 51 anni a fine settembre, lavorava sul cantiere del metanodotto in alta Valmarecchia, provincia di Forlì-Cesena.

Cirillo, che era spesso impegnato in grandi cantieri e faceva una vita da trasfertista, era rimasto gravemente ferito nell’infortunio sabato 11 settembre.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Gazzetta di Mantova la comunità dei lettori

Video del giorno

Maltempo in Grecia, un pullman viene "inghiottito" da una voragine

La guida allo shopping del Gruppo Gedi