Mantova, gli asili nido comunali fanno il tutto esaurito: convenzione coi privati

Assegnati i 211 posti disponibili, altri 24 sono stati aggiunti. Una lista d’attesa per le eventuali nuove disponibilità

MANTOVA. Tutto esaurito negli asili nido comunali. Non solo tutti i 211 posti disponibili nelle quattro strutture cittadine destinate ad accogliere i bimbi più piccoli, sono occupati, ma il Comune di Mantova, per dare una risposta alle famiglie che non sono riuscite a inserire i propri figli, ha stipulato una convenzione con asili privati per 24 posti a tariffa agevolata (proporzionale alle dichiarazioni Isee delle famiglie).

In questi primi giorni dell’anno scolastico (l’apertura dei nidi è avvenuta agli inizi di settembre, in anticipo rispetto a elementari, medie e superiori) si svolgono gli inserimenti dei piccoli del primo anno. Procedura che richiede la presenza di un genitore all’interno della struttura. Ovviamente è necessario disporre del green pass.

«Non abbiamo registrato criticità – dice l’assessore all’istruzione, Serena Pedrazzoli – il personale e i genitori si sono dimostrati molto collaborativi. Per quanto riguarda il numero di iscritti, ci sono 72 bimbi al Chaplin (20 nel gruppo lattanti, età fino ai 16 mesi e 52 nei due gruppi misti, età dai 16 mesi in su; 57 al Soncini (15 nei lattanti e 42 nei misti); 42 al Kelder (18 nei lattanti, 24 nel misto); 40 nel Peter Pan (15 nei lattanti, 25 nel misto). L’assessorato fa notare che «nei nidi c’è una notevole mobilità, con genitori che rinunciano all’ultimo momento o trasferiscono il bambino per altri motivi. Tra settembre e novembre (periodo degli ambientamenti dei piccoli) è probabile che si liberino dei posti per i quali saranno immediatamente contattati i genitori dei bambini attualmente in attesa».

L’elevato numero di iscrizioni nelle strutture comunali non era scontato. Non solo perché con la pandemia alcune famiglie hanno giudicato più sicuro affidare i piccoli a nonni o altri parenti (o tenerli in casa, quando possibile), ma anche perché è in corso una flessione demografica che ha già fatto registrare i suoi effetti nelle scuole del primo ciclo.

In uno studio condotto dalla Provincia, si stima che, sulla base dell’andamento demografico nel Mantovano, nel settembre del 2024 le scuole dell’infanzia avranno 570 bambini in meno, le elementari -1.249 e le medie - 319 ragazzi.

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

A1, blocca il treno alta velocità, scende e lancia sassi contro le auto: bloccato con il taser

La guida allo shopping del Gruppo Gedi