Gran festa a Bondeno per l’inaugurazione della chiesa restaurata dopo il terremoto

Il vescovo Busca: «Tutti avete contribuito all’opera». La sindaca Galeotti: «Orgogliosa di questa comunità»

BONDENO (GONZAGA). Inaugurazione ufficiale, la mattina del 19 settembre a Bondeno di Gonzaga, della chiesa San Tommaso apostolo, tornata al suo antico splendore, se non ancora più bella e luminosa, dopo i lavori di restauro e di ripristino del tetto e delle volte gravemente danneggiate dal sisma del 2012.

Il vescovo Busca inaugura la chiesa di Bondeno rinata dopo il sisma

La messa solenne è stata celebrata dal vescovo di Mantova, monsignor Marco Busca, assieme a don Lorenzo Lorenzini, priore della basilica minore di Gonzaga e attuale parroco di Palidano e Bondeno, don Luigi Righettini, parroco emerito di Bondeno, oltre a monsignor Giancarlo Manzoli, dell'ufficio beni culturali della Diocesi di Mantova, e don Luigi Caramaschi, originario di Bondeno e parroco di Sant’Antonio di Porto Mantovano. Festeggiato, per il suo 12° anniversario dalla nomina, il diacono Franco Bortolotti.

Tra i banchi della chiesa erano presenti la sindaca Elisabetta Galeotti, l'assessore Massimiliano Sacchi, l'ex sindaco Claudio Terzi, il comandante dei carabinieri di Gonzaga Carlo Pavese e il comandante della compagnia di Gonzaga capitano Giuseppe Fiore. Non ha voluto mancare all'inaugurazione la signora Alessandra Ferrari, originaria di Bondeno, moglie dell'imprenditore Carlo Bondioli.

«Tanti, tutti hanno contribuito in un modo o nell'altro – ha detto il vescovo Marco nella sua omelia – con il proprio sentimento di appartenenza a questa comunità, con la propria opera, con il proprio contributo. Tutti hanno potuto restituire al Tempio di Dio la sua bellezza. La chiesa è una scuola di comunione e penso come l'esperienza del terremoto, che qui è stata pesante, sia stata una palestra di comunità per costruire rapporti più autentici e significativi. Una grande opportunità dentro una grande prova. I disagi hanno mobilitato delle forze di generosità per cui vi siete messi a fare, ma a fare insieme».

Il vescovo ha voluto ricordare il parroco emerito don Luigi Righettini che ha festeggiato il suo 25° anno di sacerdozio a Bondeno. Don Lorenzo ha poi ringraziato i professionisti della Diocesi e tutte le persone che hanno lavorato e contribuito a ricostruire la chiesa. La ditta Rws ha donato un opuscolo con la descrizione dei restauri.

Don Lorenzo inoltre ha ringraziato i 45 cittadini che hanno contribuito al restauro degli arredi della chiesa, la signora Ferrari per l'importante donazione per l'ambone e la Ri.Bo per l'impianto audio. Un caloroso grazie è stato rivolto al coro, al maestro Giorgi e all'assessore Sacchi per l'impianto streaming che ha permesso ai fedeli di seguire la messa nel salone dell'oratorio. Ringraziati anche don Luigi Righettini e al diacono Bortolotti.

La sindaca, nel suo intervento, ha espresso soddisfazione e gioia per l'evento: «Alcuni non mi crederanno ma per me questo è uno dei pochi avvenimenti che, in questi due anni di mandato, mi rendono orgogliosa di rappresentare tutta la comunità perché tante sono state le disavventure oltre ad una serie di imprevisti».

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Prostituzione e violenze sessuali, sgominata a Bologna banda che reclutava giovani ragazze albanesi

La guida allo shopping del Gruppo Gedi