Contenuto riservato agli abbonati

Mantova, Elena Scaini condannata a 21 anni per l’omicidio del marito

La donna è stata assolta dall’accusa di aver ferito la suocera con il coltello

MANTOVA. Elena Scaini, la 53enne a processo davanti alla Corte d’Assise presieduta da Enzo Rosina, per aver ucciso il marito Stefano Giaron, 51 anni e ferito la madre di lui, Lina Graziati, 79 anni, il 6 ottobre scorso in un appartamento di via Mozart, è stata condannata a 21 anni di carcere. La Corte ha ridotto la pena di 24 anni richiesta dalla Pm Carmela Sabatelli, e ha assolto la donna dall’accusa di lesioni gravi nei confronti della suocera.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Gazzetta di Mantova la comunità dei lettori

Video del giorno

Mantova: il ministro Giorgetti in visita alla Corneliani

La guida allo shopping del Gruppo Gedi