Contenuto riservato agli abbonati

Mantova, Elena Scaini condannata a 21 anni per l’omicidio del marito

La donna è stata assolta dall’accusa di aver ferito la suocera con il coltello

MANTOVA. Elena Scaini, la 53enne a processo davanti alla Corte d’Assise presieduta da Enzo Rosina, per aver ucciso il marito Stefano Giaron, 51 anni e ferito la madre di lui, Lina Graziati, 79 anni, il 6 ottobre scorso in un appartamento di via Mozart, è stata condannata a 21 anni di carcere. La Corte ha ridotto la pena di 24 anni richiesta dalla Pm Carmela Sabatelli, e ha assolto la donna dall’accusa di lesioni gravi nei confronti della suocera.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Gazzetta di Mantova la comunità dei lettori

Video del giorno

Maltempo in Grecia, un pullman viene "inghiottito" da una voragine

La guida allo shopping del Gruppo Gedi