Contenuto riservato agli abbonati

Nella serra 4.0 di Castelbelforte il pomodoro è sostenibile al 100 per cento

Una coltivazione che sfrutta la tecnologia per ottenere quantità e qualità. Nell’azienda Parolara il ciclo produttivo non ammette sprechi

CASTELBELFORTE. All’azienda Parolara di Castelbelforte il vecchio adagio “del maiale non si butta via nulla” l’hanno preso alla lettera. Dei suini, circa cinquemila capi, l’azienda valorizza anche le deiezioni. Le usa per produrre biogas, che serve a riscaldare una serra tecnologica da due ettari sotto la quale crescono, quasi tutto l’anno, migliaia di piante di pomodori cuore di bue, quelli grossi da insalata.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Gazzetta di Mantova la comunità dei lettori

Video del giorno

Prostituzione e violenze sessuali, sgominata a Bologna banda che reclutava giovani ragazze albanesi

La guida allo shopping del Gruppo Gedi