Contenuto riservato agli abbonati

Riparte a Canneto sull’Oglio la centrale che fu avviata dal padre di Einstein

Nuova vita grazie al consorzio di bonifica Garda Chiese. L’impianto idroelettrico produrrà oltre 200mila kwh annui

CANNETO. Hermann Einstein, padre di Albert, mai avrebbe pensato che, più di un secolo dopo, qualcuno avrebbe dato nuova vita alla sua fabbrica della luce. L’ha fatto il consorzio Garda Chiese, che stamattina (25 settembre), in occasione della Settimana della bonifica e dell’irrigazione, ha inaugurato l’impianto idroelettrico Mulino San Giuseppe.

Una centrale frutto dell’ingegno di Einstein padre, che alla fine dell’800 installò una turbina idraulica e una dinamo per portare l’illuminazione elettrica in paese.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Gazzetta di Mantova la comunità dei lettori

Video del giorno

Metropolis/6, Molinari: "Se Salvini si fa kingmaker perdiamo stabilità dell'ultimo anno"

La guida allo shopping del Gruppo Gedi