Contenuto riservato agli abbonati

La memoria delle vittime di mafia apre il festival di Gazoldo

Paolo Setti Carraro e Michela Pavesi ospiti della rassegna sulla legalità: solo a chi si pente davvero va data una possibilità

GAZOLDO DEGLI IPPOLITI. Parte dalla memoria il festival Raccontiamoci le mafie di Gazoldo degli Ippoliti, inaugurato  con la testimonianza di Paolo Setti Carraro, fratello di Emanuela, moglie del prefetto Carlo Alberto Dalla Chiesa, trucidata dalla mafia insieme al marito e al poliziotto della scorta, e di Michela Pavesi, zia di Cristina, vittima del boss della mala del Brenta Felice Maniero.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Gazzetta di Mantova la comunità dei lettori

Video del giorno

Egitto, per la prima volta l'arte contemporanea in mostra ai piedi delle Piramidi di Giza

La guida allo shopping del Gruppo Gedi