Mantova, mezzo milione di dosi vaccinali da inizio campagna

Il 30 settembre chiude l’hub di Gonzaga con in bilancio 60mila dosi inoculate. In provincia sono più di 300mila le persone che hanno ricevuto la prima somministrazione, 250mila delle quali hanno concluso il ciclo. Il direttore di Asst, Mara Azzi: il centro vaccinale di Gonzaga termina la sua missione, ma non termina il nostro lavoro in rete

GONZAGA. Sono circa 60.100 le dosi di vaccino anti-Covid somministrate fra il12 aprile e il 25 settembre al Centro Vaccinale di Gonzaga. Un’attività intensa, messa in campo con abnegazione e generosità dal personale e dalle associazioni di volontariato che hanno offerto un grande contributo alla campagna vaccinale.

Il 30 settembre la struttura, ospitata nel padiglione 0 della Fiera Millenaria, chiuderà. Il direttore generale Mara Azzi ha voluto rivolgere un saluto e un ringraziamento a chi si è impegnato in questo complesso lavoro: 28 medici, 32 fra infermieri e ostetriche, 17 amministrativi, 5 associazioni di volontariato (Avis Gonzaga: 65 persone; Associazione nazionale carabinieri: 14; Agesci: 20; Arci Laghi Margonara: 10; Acli: 5), 4 sezioni della Protezione Civile (Associazione Protezione Civile Città di Suzzara, Gruppo Intercomunale Polirone San Benedetto, Gruppo Protezione Civile La Vedetta di Torricella, Associazione Protezione Civile Terre dei Gonzaga)

Hanno inoltre collaborato in modo continuativo a vario titolo i 6 Comuni dell'ambito territoriale: Gonzaga, Suzzara, S.Benedetto, Moglia, Pegognaga, Motteggiana. Un lavoro di squadra, che ha visto operare fianco a fianco professionisti, terzo settore e istituzioni, un esercito di quasi 200 persone unite da un unico obiettivo.

In tutta la provincia ad oggi sono state somministrate 570.000 dosi: 305.565 le persone vaccinate con la prima dose e 263.859 con la seconda.

«Vorrei ringraziare il personale e le associazioni di volontariato che ci hanno sostenuto in questa campagna – ha commentato il direttore generale di ASST Mara Azzi - il 30 settembre il Centro vaccinale di Gonzaga terminerà la sua missione. Ciò che non deve terminare, però, è il nostro approccio di rete, il lavoro di integrazione fra azienda socio sanitaria, istituzioni, terzo settore che ha portato frutti in questa occasione e che deve sempre ispirarci, perché è la forza del sistema socio sanitario e deve essere la forza del nostro territorio».

 Al momento, a conclusione della campagna vaccinale contro il Covid, restano aperti sul territorio mantovano i seguenti centri vaccinali, la cui attività terminerà in data ancora da destinarsi: Castel Goffredo, Palazzetto dello Sport (Via Svezia 10); Mantova, Grana Padano Arena (Via Melchiorre Gioia, 3); Ostiglia, Centro commerciale La Ciminiera; Viadana, MuVi (Via Manzoni, 4); Castiglione delle Stiviere, Palestra Caglio (Via Lonato, 1).

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Mantova, la pinsa alla conquista dell'Europa

La guida allo shopping del Gruppo Gedi