Mantova, messa per la polizia. Il cappellano militare: «Alla fine il bene vince»

Copyright 2021 Stefano Saccani, all rights reserved

Alla cerimonia per la ricorrenza del santo protettore il questore Sartori ricorda gli agenti caduti in servizio

MANTOVA. «È vero, a volte ci domandiamo se davvero il bene avrà l’ultima parola sula male, se gli atti eroici servono davvero di fronte a tanta illegalità diffusa. Ma vi dico che sì, alla fine il bene vince». Così don Stefano Peretti ha incoraggiato donne e uomini della polizia nel corso dell’omelia della messa celebrata oggi, 29 settembre, in Duomo per la festa dedicata agli arcangeli Michele, Raffaele e Gabriele.

L’arcangelo Michele è il patrono della polizia.

Alla messa, oltre a molti agenti di polizia, erano presenti naturalmente il questore Paolo Sartori, le rappresentanze della altre forze dell’ordine, il vice sindaco del capoluogo Giovanni Buvoli e il presidente della Provincia, Beniamino Morselli. Nei banchi anche i parlamentari Matteo Colaninno, Anna Lisa Baroni e Isabella Rauti.

A fine cerimonia il questore ha ricordato gli agenti di polizia caduti nell’adempimento del proprio dovere.

Tra i banchi del Duomo c’erano anche alcuni familiari di poliziotti mantovani morti in servizio. Ni.Co

Video del giorno

Vita e opere dell'arpista Clelia Gatti nel video girato al cimitero di Mantova

La guida allo shopping del Gruppo Gedi