Contenuto riservato agli abbonati

Voto bipartisan in aula: «Bisogna salvare i posti di lavoro in Mps»

Copyright 2020 Nicola Saccani, all rights reserved

Tutti uniti, i consiglieri di maggioranza e di opposizione, nel chiedere al ministero del Tesoro di aprire un tavolo con le parti sociali per salvaguardare i livelli occupazionali di Mps

MANTOVA. Tutti uniti, i consiglieri di maggioranza e di opposizione, nel chiedere al ministero del Tesoro di aprire un tavolo con le parti sociali per salvaguardare i livelli occupazionali di Mps e garantire al territorio mantovano una «solida, competitiva e preparata» filiera bancaria. L’aula si è compattata attorno alla mozione presentata dal cento sinistra, primo firmatario il capogruppo del Pd, Campisi. Èd è stato proprio quest’ultimo ad illustrala in aula.

Campisi ha espresso «preoccupazione» per la sorte dei dipendenti della banca senese, soprattutto per quelli che non lavorano nelle filiali. «Ci chiediamo tutti quale sarà il futuro di quei lavoratori se Unicredit acquisirà Mps» e ha ricordato che i dipendenti nel Mantovano sono 1.100 con 66 sportelli. Bonaffini (Pd) ha auspicato che «si tuteli anche la qualità del servizio bancario offerto». Baschieri (Forza Italia) ha parlato di «mozione amara» ricordando le vicissitudini che nel 1998 hanno portato Mps ad incorporare la Banca agricola mantovana, «con il solo no di Forza Italia e Cisl». Mps «ha bruciato in questi anni 23,5 miliardi pubblici» («E Alitalia?» ha replicato Campisi); «comunque – ha concluso Baschieri –, deve essere acquistata da un’altra banca, ma saranno lacrime e sangue per i dipendenti».

Gorgati della Lega ha detto che «Unicredit darà una risposta sull’acquisto di Mps solo a metà ottobre, dopo le elezioni amministrative». Grazie agli ammortizzatori sociali «nessuno dei dipendenti verrà lasciato a piedi, ma è indubbio che come verranno accompagnati all’uscita sarà un tema molto sfidante per il territorio». Però, «se non si andrà verso Unicredit ci sarà un intervento più deciso dello Stato, e questo mi fa rabbrividire». Per il vicesindaco Buvoli il Comune non può incidere, ma «le istituzioni saranno vigili su Mps». Provenzano (gialli) ha parlato di «mozione che coinvolge molto il territorio» mentre Costani (Saf) ha detto che la vicenda Mps è «strettamente legata, e non brillantemente, alla politica e alla sinistra». L’aula ha eletto Cantarelli ( maggioranza) e Gorgati (minoranza) nella cabina di regìa per il bilancio partecipato.

Video del giorno

La Gazzetta in campo - La pallavolo

La guida allo shopping del Gruppo Gedi