Creata da un mantovano la migliore carta dei vini

Premiato il sommelier Manuele Menghini del ristorante Senso Lake Garda di Limone aperto da pochi mesi sulla riva bresciana del lago

MANTOVA. La migliore carta dei vini d’Italia? L’ha creata un mantovano. Questo il verdetto della giuria che ha assegnato i premi alla Milano Wine Week, la manifestazione che animerà il capoluogo lombardo fino a domenica con eventi per professionisti o semplici amanti del vino.

La carta dei vini premiata è quella del ristorante Senso Lake Garda di Limone sul Garda, inserito nel complesso dell’Hotel Eala, inaugurato in primavera dopo un imponente lavoro di ristrutturazione da parte della famiglia Risatti, che per offrire una ristorazione di altissimo livello ha chiamato lo chef Alfio Ghezzi e il sommelier sermidese Manuele Menghini. Il lavoro compiuto è stato ragguardevole, e lo stesso Menghini ha ritirato lunedì il premio Milano Wine Week per la miglior Carta Vini d’Italia. «È stato un impegnativo lavoro di selezione per i giudici - ha detto Andrea Grignaffini, curatore della Guida vini de L’Espresso e presidente della Giuria - avendo dovuto valutare centinaia di candidature da tutto il Paese». Per Antonio Paolini del Gambero Rosso, il premio «riconosce merito alle tante risorse umane che lavorano intorno a una carta vini e spesso restano sconosciute».

«Pensare che a pochi mesi dall’apertura arrivi inaspettato un premio di livello nazionale - ha commentato Menghini - ripaga dei tanti sacrifici messi nel progetto Senso Lake Garda. Il premio è dedicato a tutto il gruppo». Classe 1985, Menghini si è formato all’alberghiero di Poggio Rusco. Dopo un primo stage a Villa Fiordaliso di Gardone, dal 2002 al 2007 ha lavorato con la famiglia Santini (Dal Pescatore di Canneto sull’Oglio) per poi tornare a Villa Fiordaliso con lo chef Riccardo Camanini, seguito nella splendida avventura del Lido 84, sempre a Gardone. 

Video del giorno

Metropolis/13, Folli: "Se fossi Salvini ci penserei due volte a candidare Casellati"

La guida allo shopping del Gruppo Gedi