Addio al jazzista Gilioli

Oltre naturalmente a diversi nipoti e cugini, molti altri concittadini viadanesi ancora lo ricordano dagli anni giovanili

VIADANA. È mancato a Bologna, dove risiedeva da tempo, il musicista Enzo Gilioli. Oltre naturalmente a diversi nipoti e cugini, molti altri concittadini viadanesi ancora lo ricordano dagli anni giovanili. E finché erano in vita, Gilioli tornava regolarmente a Viadana per salutare i genitori nella loro casa del Borgo (in via Garibaldi, vicino al voltone).

Conosciuto come persona umile, cordiale e sorridente, Gilioli nel corso della sua lunga carriera di musicista ha suonato il sax contralto e baritono con prestigiose orchestre e artisti di rilievo nazionale: ha accompagnato ad esempio in concerto e in sala di registrazione i cantautori Lucio Dalla e Andrea Mingardi. L’Istituto centrale per i beni sonori e audiovisivi, la cosiddetta “Discoteca di Stato”, cataloga un album di standard jazz che Gilioli incise nel 1984 con una band comprendente tra gli altri il clarinettista Hengel Gualdi e un giovane Paolo Conte al vibrafono. Il musicista viadanese ha svolto inoltre una intensa attività di docenza. Ieri l’ultimo saluto nella camera ardente della città emiliana. Gilioli lascia la moglie Rosina.

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

La top model Gisele Bündchen salva una tartaruga marina intrappolata in una rete e la libera in mare

La guida allo shopping del Gruppo Gedi