Contenuto riservato agli abbonati

Sei dosi di coca in auto, spacciatore in manette già fermato una volta

Convalidato dal giudice l’arresto del 39enne. In attesa del processo dovrà rispettare l’obbligo di firma

MARMIROLO. Giro di vite dei carabinieri di Mantova nella lotta contro lo spaccio di sostanze stupefacenti.

Nella serata di lunedì gli uomini dell’Arma hanno fermato a Marmirolo un marocchino a cui sono state trovate nella sua auto sei dosi di cocaina pronte per essere vendute.

L’uomo è stato immediatamente arrestato e portato nella camera di sicurezza della caserma di Borgo Virgilio, in attesa del processo per direttissima che si è tenuto ieri mattina, davanti al giudice Chiara Comunale.

Convalidato l’arresto il giudice ha accolto la richiesta del difensore dei termini a difesa per studiare il fascicolo, ma ha decretato l’obbligo di firma.

Qualche giorno fa, in località Gambarara, una pattuglia sempre dei carabinieri di Mantova lo aveva già fermato e, in quella occasione, non era riuscito a mantenere il sangue freddo. Di fronte al suo nervosismo gli uomini dell’Arma, senza indugio, lo avevano perquisito e trovandogli addosso due dosi di cocaina, pronte per essere smerciate, più 415 euro probabile provento delle vendite già effettuate. A seguito di ciò i militari avevano perquisito anche la sua abitazione.

S.M., di 39 anni, era stato trovato in possesso della chiave di un garage non di sua proprietà ma al cui interno i carabinieri hanno trovato tutto l’occorrente per pesare la droga, confezionarla e sigillarla nelle dosi pronte per essere vendute. Nonostante la denuncia, l’extracomunitario non ha sospeso la sua attività di spaccio.

Video del giorno

La Gazzetta in campo - La pallavolo

La guida allo shopping del Gruppo Gedi