A Mantova arriva il console cubano, pronti gli aiuti all’isola colpita dalla pandemia

Un’occasione per far conoscere il caso umanitario e politico di Cuba

MANTOVA. Un’occasione per far conoscere il caso umanitario e politico di Cuba. Così il coordinatore provinciale di Sinistra italiana Fausto Banzi ha presentato, con il segretario provinciale Cgil, Daniele Soffiati e Massimo Fedrigo del circolo di Desenzano dell’associazione di amicizia Italia-Cuba, l’incontro con il console generale della Repubblica di Cuba a Milano Llano Gonzalez che si terrà sabato alle 10 nella sede della Cgil dove interverranno Banzi, Soffiati, il vicesindaco di Mantova Giovanni Buvoli e il vicepresidente dell’associazione di amicizia Italia-Cuba Walter Persello.

«Il blocco americano impedisce di portare materiale anche di carattere sanitario; a Cuba il Covid ha raggiunto livelli preoccupanti» dice Banzi. «Vogliamo coinvolgere gli enti locali e le regioni, in particolare Lombardia e Piemonte, che hanno visto operare i sanitari cubani. Grazie al console vogliamo capire com’è la situazione sull’isola».

«Il 24 luglio scorso la Cgil ha attivato una campagna di solidarietà per Cuba ricordando come ci sia stata vicina durante la prima fase della pandemia e il 26 agosto è partito da Malpensa un aereo carico di materiale» afferma Soffiati. «Il nostro circolo, che coinvolge il Mantovano e il basso lago di Garda, esiste da febbraio e molte persone si stanno iscrivendo. Anche noi abbiamo raccolto materiale come respiratori polmonari, mascherine e cateteri venosi, grazie al contributo di privati, dalle sezioni mantovane di Sinistra italiana e Rifondazione e dagli ospedali bresciani. La nostra associazione è l’unica riconosciuta a livello politico da Cuba» dichiara Fedrigo.

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Ghiacciaio della Marmolada, il video della zona del crollo il giorno prima

La guida allo shopping del Gruppo Gedi