Mantova, gli scout laici tornano con nuovi iscritti

Presidente e segretario di Cngei: «Con la pandemia abbiamo scoperto uno scoutismo più all’aperto e più puro»

MANTOVA. «Con la pandemia abbiamo scoperto uno scoutismo più all’aperto e più puro». Così si esprimono Simone Bertani e Nicola Leali, rispettivamente presidente e segretario della sezione Cngei di Mantova, in occasione della riapertura delle attività degli scout laici al Parcobaleno con i tre gruppi Mantova 1 (Roncoferraro), Mantova 2 (Parcobaleno) e Mantova 3 (Borgo Angeli) guidati rispettivamente dai capigruppo Andrea Pilati, Andrea Taddei e Pierpaolo Piccinini. «Durante la pandemia siamo stati fermi ma non troppo. A causa del mancato uso delle nostre sedi stiamo più all’aperto e a contatto con la natura» afferma Bertani.

«I numeri hanno retto salvo qualche quarantena; quest’anno abbiamo circa 60 nuovi iscritti. Ora siamo alla ricerca di una nuova sede per il gruppo di Angeli». «Siamo grati per il ruolo educativo per i ragazzi e i bambini della città e per aver collaborato col Comune durante la pandemia» dice l’assessore alla famiglia Chiara Sortino, sottolineando che i ragazzi sono stati attivi a Mantova e Roncoferraro per la consegna di mascherine e della spesa. I ragazzi (lupetti, reparto e compagnia) si sono cimentati in giochi e attività tipiche dello scoutismo e hanno realizzato un fuoco di bivacco sabato sera per poi pernottare al campo scuola, e nelle parrocchie del Gradaro e di Sant’Apollonia. —

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Successo per la Buratto e Ocm al Sociale di Mantova

La guida allo shopping del Gruppo Gedi